Bufala Village III Edizione

Cari Soci,
ANASB parteciperà all’evento Bufala Village, giunto alla sua terza edizione, dal 10 al 12 settembre 2021, presso il polo fieristico A1EXPO di San Marco Evangelista (CE).
Il programma dell’evento è consultabile a questo link.

L’A.N.A.S.B. in Assemblea rinnova le cariche e lancia il progetto “BIG”

ANASB

Comunicato stampa Associazione Nazionale Allevatori Specie Bufalina (A.N.A.S.B.)

L’A.N.A.S.B. in Assemblea rinnova le cariche e lancia il progetto “BIG”

Sbloccati i fondi PSRN per il settore bufalino

I soci dell’Associazione Nazionale Allevatori della Specie Bufalina, riuniti venerdì 2 luglio 2021 a Caserta, sono pronti alla “ripartenza” e pianificano il futuro, anche grazie alla collaborazione con il mondo scientifico e della ricerca. Conferma per il Direttivo uscente, con Nicola Palmieri presidente e Gabriele Di Vuolo alla vicepresidenza.

###

I soci dell’Associazione Nazionale Allevatori della Specie Bufalina-A.N.A.S.B., riuniti a Caserta nella giornata di venerdì 2 luglio 2021, sono pronti alla “ripartenza” e, nella loro Assemblea Generale, convocata per illustrare importanti novità tecniche e rinnovare gli Organi sociali, danno un segnale di fiducia e di volontà di rilancio del settore bufalino, segnato dal periodo pandemico ma ora confortato anche dallo sblocco dei fondi del Psrn Biodiversità – Misura 10.2.

La parte pubblica dell’Assemblea, condotta dal presidente Nicola Palmieri, affiancato dal vicepresidente Gabriele Di Vuolo, si è incentrata infatti sulla presentazione del Progetto “BIG-Bufala Mediterranea Italiana: tecnologie innovative per il miglioramento genetico” che si rivela già dai suoi primi contenuti come un programma strategico per il comparto bufalino. Il Progetto – è stato spiegato anche a margine della approfondita relazione curata dal professor Gianluca Neglia – consentirà nel prossimo triennio ad A.N.A.S.B. di assicurare la più ampia partecipazione degli allevatori in una fase di grande prospettiva di crescita nel miglioramento genetico della Bufala Mediterranea Italiana.

“Il nostro settore – ha affermato tra l’altro il presidente Nicola Palmieri nella sua introduzione – ha dimostrato di essere strategico ed importante non solo per l’economia della Campania, ma anche nelle altre aree dove l’allevamento bufalino è presente. Certo – ha detto – ci sono punti di forza e di debolezza, ma l’entusiasmo dimostrato nonostante il periodo di grande criticità appena attraversato anche grazie ai molti giovani che si sono avvicinati al nostro settore ci fa ben sperare nel futuro. La squadra A.N.A.S.B. ha lavorato bene, in maniera coesa, confrontandosi sempre con i consiglieri e gli allevatori. Siamo andati nelle stalle ad ascoltare le esigenze, a fugare diffidenze e dubbi. Ora con il Progetto BIG ci mettiamo ancora in gioco, pensando agli obiettivi della sostenibilità ambientale e dell’ingresso della genomica nel settore bufalino, ma specifichiamo che si tratta di uno strumento a favore di tutti gli allevatori, anche i non soci”.

All’assise sono intervenuti anche i rappresentanti della Regione Campania, assessorato all’Agricoltura, con il dott. Gianni Ruggiero che oltre a portare il saluto della dirigente Mariella Passari, ha evidenziato la proficua collaborazione da parte di tutti per risolvere le criticità presenti nel settore bufalino, auspicando la prosecuzione di un lavoro comune soprattutto sul versante dei controlli.

Un contributo operativo e di chiarezza, anche sui temi emersi nel corso del dibattito assembleare, è venuto dai rappresentanti dell’Organizzazione Professionale Agricola Coldiretti, con il direttore regionale campano Salvatore Loffreda e del Lazio, Sara Paraluppi.

Al vicepresidente A.N.A.S.B. Gabriele Di Vuolo il compito di illustrare i numeri dell’Associazione espressi nel triennio a partire dal 2017. “Parliamo di un’Associazione sana – ha detto tra l’altro – che ha affrontato questo periodo con spirito unitario e ha pensato soprattutto al futuro delle aziende bufaline, non solo dal punto di vista della redditività e del mercato, ma anche delle prospettive in campo tecnico e scientifico, con le collaborazioni come quelle che hanno portato alla elaborazione del Progetto BIG che vedono coinvolte oltre ad A.N.A.S.B. anche altre realtà come l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, il CNR-IBBA, il Cipab ed il Dipartimento Dafnae dell’Università di Padova”.

Nella parte interna dell’Assemblea – ha coordinato i lavori collegato in videoconferenza il direttore Giacomo Bertolini che ha evidenziato con soddisfazione i risultati di grande crescita organizzativa conseguiti negli ultimi anni – sono stati rinnovati tra l’altro gli Organi sociali, per il triennio 2021-2023. Il nuovo Comitato Direttivo, rappresentativo degli allevamenti bufalini presenti in tutta Italia, è così composto: presidente Nicola Palmieri, vicepresidente Gabriele Di Vuolo, consiglieri Davide De Prosperis, Pasquale Cirillo, Francesco D’Ausilio, Ilaria Massari, Andreina Vecchio, Luigi Rega, Massimo Di Bari.

Caserta, lunedì 5 luglio 2021

Informazioni: Anasb, e-mail amministrazione@anasb.it; tel. 0823 356743.

Innovazione nella filiera lattiero casearia

Gen.mi Soci,

vi invitiamo a partecipare Giovedì 6 maggio alle ore 14, ad Innovation Village,  per la presentazione del  progetto TRANSDAIRY coordinato dall’Università della Campania Luigi Vanvitelli, in partnership con l’Istituto di Scienza dell’Alimentazione del CNR, la società Kontor46 ed enti della Tunisia, Grecia e Libano.

Alla presentazione del programma, sarà tenuto un tavolo di lavoro a cui parteciperà il presidente Anasb Nicola Palmieri.

Il progetto intende agevolare il trasferimento tecnologico tra gli enti di ricerca e imprese, applicate alla catena del valore del latte allo scopo di renderla più efficiente e sostenibile, aumentando e migliorando la qualità e la sicurezza del latte e dei prodotti caseari.

TRANSDAIRY intende supportare la creazione di Living Labs e mette a disposizione della filiera incentivi per la formazione, in particolare in Campania sono previsti:

24 voucher da 1.500€ per la formazione di intermediari specializzati presso i Living Labs

20 voucher da 1.200€ per la partecipazione a eventi di brokerage

3 contributi da 10.000€ per la costituzione di Spin-off

2 contributi da 8.000€ per il deposito di brevetti congiunti

Per partecipare è necessario iscriversiwww.innovationvillage.it/events/innovazione-nella-filiera-lattiero-casearia/   

Genomica: una lente di ingrandimento sul Bufalo Mediterraneo Italiano

Importanti e fondamentali novità nel campo della ricerca scientifica applicata al settore bufalino. Grazie agli studi effettuati nell’ambito della genomica – che consente di studiare l’organizzazione e la struttura dei geni di un organismo nel contesto dell’intero genoma – oggi è infatti possibile distinguere le diverse razze e sub-specie bufaline allevate in tutto il mondo.

In tal modo è stato possibile verificare come la nostra Bufala Mediterranea Italiana (BMI) si differenzia dalle altre popolazioni bufaline presenti nel continente europeo, specialmente rispetto alle popolazioni allevate in Ungheria, Romania e Bulgaria. Queste conoscenze vanno a tutto vantaggio della selezione e del corretto uso dei riproduttori per il miglioramento della BMI.

Per maggiori approfondimenti rimandiamo all’interessante articolo di ANASB pubblicato su Ruminantia e consultabile cliccando qui.

Auguri di buona Pasqua da ANASB

ANASB

Carissimi Soci,

in questo momento di paziente attesa che ci vede tutti partecipi in vista della piena ripartenza delle attività economiche e sociali, desideriamo inviarvi i più inceri ed affettuosi auguri di una serena Santa Pasqua.

Lo spirito di adattamento che ci contraddistingue non si è affievolito, bensì rafforzato grazie al senso di comunità e partecipazione che consente di portare avanti un lavoro in continuo rinnovamento con concreti benefici per tutti gli allevatori.

Rinnoviamo a voi e alle vostra famiglie gli auguri di una Santa Pasqua serena e piena di fiducia nel futuro.

Nicola Palmieri – Presidente ANASB

Giacomo Bertolini – Direttore ANASB

ANASB_PASQUA

Indice Genetico Bufale e Tori n°39

Cari Soci,

si comunica che è stato pubblicato, sul sito istituzionale di ANASB, l’Indice Genetico Bufale e Tori n° 39 di Marzo 2021.

L’indice completo e le singole tabelle sono consultabili e scaricabili alla seguente pagina:

Cordialmente,

Il Presidente – Nicola Palmieri

Il Direttore – Giacomo Bertolini

Le tue migliori Bufale da oggi sono Online

ANASB

Con l’uscita a breve del nuovo Indice Genetico Bufale e Tori n° 39 verrà offerta ai soci la possibilità di consultare sul portale ANASB Online i propri soggetti aziendali pubblicati nelle tabelle bufale e manze, con e senza padre certo.

Le tabelle, in formato Excel, permetteranno di ordinare i soggetti per il filtro desiderato (es. indice IBMI, indice latte, indice resa, altro) e saranno liberamente scaricabili.

Le credenziali d’accesso al portale vanno richieste inviando una mail ad info@anasb.it, seguendo le indicazioni presenti sul nostro sito alla pagina ANASB Online.

Questa novità si aggiunge alle altre funzioni presenti su ANASB Online, il portale dei servizi che permette ai soci di visualizzare e scaricare utili informazioni relative al proprio allevamento.

Anasb Online Le tue migliori Bufale da oggi sono Online

In particolare i soci hanno a disposizione:

  • Depositi DNA e accertamenti di ascendenza dei propri capi;
  • Soggetti punteggiati e da punteggiare;
  • Tori aziendali abilitati alla monta naturale;
  • Medie produttive;
  • Consistenze aziendali;
  • Femmine senza deposito DNA.

Ricordiamo che il portale ANASB Online verrà progressivamente arricchito con nuove funzioni, strumenti e report per la gestione aziendale, ed è a disposizione per tutte le aziende sottoposte a controllo funzionale che hanno le credenziali di accesso.

Per chi fosse interessato anche a conoscere il valore genetico di tutti i soggetti aziendali indicizzati (tanto i maschi quanto le femmine), ricordiamo che può farne richiesta agli uffici ANASB mandando una mail ad info@anasb.it.

Link al portale ANASB Online

Manuale d’uso ANASB Online

Progetto Cibo e Sviluppo Sostenibile ANASB

ANASB

Con l’obiettivo di valorizzare la ricerca sperimentale e favorire l’assistenza agli allevatori, nel 2018 ANASB ha partecipato ad un bando del settore agroalimentare dedicato ai dottori di ricerca – progetto PhD Cibo e Sviluppo Sostenibile (F.A.I. Lab) collocandosi al 6° posto nella graduatoria su 119 progetti presentati.

Il progetto è finanziato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) per il tramite della Fondazione CRUI (Fondazione dei Rettori e delle Università Italiane) ed ha come focus principale quello di sperimentare l’utilizzo di metodi innovativi nel miglioramento genetico e l’adozione della genomica anche per la BMI. La candidata vincitrice del bando è risultata la Dr.ssa Mayra Carpio Gomez dell’Ufficio Studi Anasb, che nel periodo progettuale di 3 anni realizzerà importanti studi per la BMI.

Progetto Cibo e sviluppo sostenibile ANASB

I risultati del primo anno di attività hanno riguardato principalmente:

a) l’utilizzo di metodi statistici di analisi in grado di ottimizzare l’informazione fenotipica disponibile attraverso i controlli funzionali;

b) la ricerca di nuovi strumenti selettivi che identifichino animali più longevi ed efficienti;

c) l’inclusione nel calcolo degli indici i cosiddetti gruppi genetici.

Gli aggiornamenti effettuati sono sintetizzati in termini divulgativi nelle schede sottostanti e nello specifico riguardano:

  • un’analisi del pedigree per studiare la variabilità genetica e la struttura demografica della BMI;
  • l’implementazione dell’uso di gruppi genetici nella valutazione genetica;
  • l’analisi della longevità come carattere funzionale nel BMI.

L’utilizzo dei gruppi genetici nel modello di calcolo degli EBV è il metodo che è stato già utilizzato per la pubblicazione indice IBMI n.38 (Ottobre 2020) ed è stato oggetto di pubblicazione su riviste nazionali (Ruminantia) e internazionali (Frontiers).

La Longevità (Figura 1), è un carattere funzionale che ha avuto una crescente importanza economica negli ultimi due decenni ed ANASB sta sviluppando la metodologia per valutare geneticamente questo carattere, al fine di ottenere un indice genetico che migliori tale carattere nella BMI.

Il primo passo è identificare gli effetti non genetici che possono influenzare la longevità nell’BMI. Come risultati preliminari, è stata determinata la vita produttiva media per regioni/zone geografiche (Figura 2) o l’età al primo parto (Figura 3).

Progetto Cibo e sviluppo sostenibile ANASB
Figura 1. Schema di sintesi utile per evidenziare l’importanza economica che ha longevità.
Progetto Cibo e sviluppo sostenibile ANASB
Figura 2. Longevità media per regione nella BMI (CAM=Campania, LAZ=Lazio, NOR=Nord Italia, SUR=Sud Italia e Isole).
Progetto Cibo e sviluppo sostenibile ANASB
Figura 3. Distribuzione dell’Età al primo parto per regione (CAM=Campania, LAZ=Lazio, NOR=Nord Italia, SUR=Sud Italia e Isole) nella BMI.

Un altro importante studio che si sta sviluppando è il rapporto tra cellule somatiche (SCC) e caratteri legati all’apparato mammario. Le infezioni mammarie nel bestiame sono un grave problema che danneggia la salute degli animali, con conseguenti significative perdite economiche nel settore lattiero-caseario. Questo studio può essere utile per definire soglie affidabili per SCC e selezionare individui che favoriscono una diminuzione della sua presenza nel latte.

Sia l’analisi sulla longevità che il rapporto tra le cellule somatiche e l’apparato mammario sono lavori che sono stati preparati in vista del prossimo 24° Congresso ASPA che si terrà a Padova dal 15 al 18 giugno 2021. (https://www.aspapadova2021.org/site/)

I lavori svolti da ANASB e quelli in esecuzione indirizzano verso un’unica strada: continuare ad accelerare lo sviluppo ed il rilascio di nuovi indici genetici e, prossimamente, genomici. Questo al fine di fornire agli allevatori strumenti di selezione efficaci, immediati e moderni, che migliorino criteri di selezione relativi alla funzionalità (longevità, persistenza della lattazione, locomozione, altro), al benessere animale, alla resistenza alle malattie ed all’efficienza riproduttiva (fertilità, intervallo interparto, età al primo parto, facilità al parto).

ANASB: pubblicazione articolo scientifico su Frontiers in Genetics

Carissimi Soci,

abbiamo il piacere di informarvi che la rivista internazionale “Frontiers in Genetics” ha appena approvato e pubblicato i risultati di un lavoro svolto dall’Ufficio Studi di ANASB in collaborazione con l’Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria (IBBA) di Milano e l’Università Federico II di Napoli.

L’articolo approfondisce gli aspetti cruciali dell’applicazione dei gruppi genetici nel settore bufalino allo scopo di incrementare l’accuratezza delle valutazioni genetiche per quei soggetti la cui genealogia è parziale o sconosciuta.

E’ possibile consultare l’articolo sul sito della rivista al seguente link: https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fgene.2021.625335/full